"Con grande precisione Lifschitz deve aver osservato il lento e misterioso processo del crepuscolo che cede il posto alla notte. Una vera magia si attua davanti ai nostri occhi come se fossimo noi stessi presenti.Qui la bellezza di un oggetto non fa presa su di noi per la sua formale consistenza cromatica, perché qui tutto è colore. È il colore che domina incontrastato nella opera del pittore ".
H.P. ("Freiburger Nachrichten", Friburgo 1968).

"Composizioni estremamente spoglie e paesaggi di un'intensa interiorità ci attraggono verso un mondo segreto, dai grigi sfumati, dalle sfumature bronzodorate...Arte di fine autunno cui il fremito del pastello aggiunge un palpitare di luce diffusa...La sua vena contemplativa non è priva di richiami al vecchio simbolismo europeo... L'accento è messo soprattutto sul clima allusivo, sull'irrealtà dell'immagine."
Paul Caso ("Le Soir", Bruxelles 1979)

Alle tue porte, Gerusalemme
1995, cm 108 x 70

Collezione Privata

Bazar Gerusalem (1)
1986 - 2006,cm 60 x 45

Gerusalemme nuova (2)
1995, cm 67 x 93

Gerusalemme, città santa
1998 - 2006, cm 72 x 105

Collezione Privata

Luce su Sion
1981, cm 72 x 108

Collezione Privata

Islam

Islam
19971 cm 75 x 70

Collezione Privata

 

Gerusalemme

Gerusalemme (3)
2007, cm 60 x 48